Protezione Civile Valle Del Marecchia

Protezione Civile Valle Del Marecchia

I nostri Collaboratori e Sostenitori

Printing

Printing

sabato 25 maggio 2013

Esercitazione "Marecchia 2013"

ESERCITAZIONE “MARECCHIA 2013”
Poggio Berni 25 Maggio 2013

“La terra può tremare anche in Valmarecchia”
Da questa certezza (supportata da studi storici e dalla conformazione del territorio) parte  l’idea di realizzare l’impianto di un’esercitazione che veda coinvolto l’intero SISTEMA di “Protezione Civile” comprendente gli Uffici delle Amministrazioni Comunali, i Circoli Didattici delle scuole elementari e la componente volontaria di Protezione Civile operante sul territorio dell’Unione dei Comuni (Santarcangelo di Romagna, Verucchio, Poggio Berni e Torriana).

Si parte alle 9,00 in punto con  l’emanazione di un allarme per una forte scossa di terremoto avvertita distintamente nel territorio.

Si attivano subito i Centri Operativi Comunali (COC) e il Centro Operativo Intercomunale (COI) dove confluiscono i primi dati relativi all’evacuazione dei complessi scolastici e vengono prese le prime decisioni operative e logistiche. 



Le valutazioni statiche degli edifici da parte dei tecnici comunali determinano l’impossibilità di utilizzare le infrastrutture scolastiche tali da inviare alcune classi (scelta a campione) nel campo di accoglienza di prossima attivazione.

Fin qui la parte che vede in parte protagonista il nostro Gruppo.
Ma da questo punto in poi si testano tutte le capacità organizzative, logistiche ed operative del nostro Gruppo che, supportato dal Coordinamento Provinciale delle Associazioni di Volontariato di Rimini, mette in moto la colonna mobile (composta da ben 22 automezzi) per la realizzazione del campo di accoglienza per la popolazione sfollata presso l’area prevista dal piano intercomunale nel Comune di POGGIO BERNI nei pressi del Centro Sportivo. 





L’arrivo quasi contemporaneo degli alunni “sfollati” e della colonna mobile, permette di mostrare il montaggio in diretta di un campo di accoglienza che, sotto la supervisione del CAPO-CAMPO e del suo Vice, comprende l’installazione di tende ministeriali IP88 per la popolazione, tende pneumatiche per i volontari, un Posto Medico Avanzato (P.M.A.) della Croce Rossa di Rimini e CROCE BLU di Bellaria e un’area destinata al Gruppo dei Cinofili. 



L’esercitazione prevede una prima prova da parte del Gruppo Cinofili per ricerca e soccorso di persone disperse all’interno della radura sovrastante l’area del Centro Sportivo dove si è simulato il crollo di una struttura precaria dove si erano riparati alcuni cercatori di funghi.
Dopo l’individuazione da parte dei cani (molto apprezzata dagli alunni, dagli insegnanti e dai genitori presenti) la componente sanitaria ha provveduto al recupero e trasporto dei feriti-figuranti presso il P.M.A. per le prime cure del caso. 


E’ ora di pranzo e tutti si mettono in fila lungo la linea di distribuzione per gustare il pranzo preparato dal personale di cucina che approfitta dell’esercitazione per testare ulteriormente le proprie capacità – già peraltro ben note). 



Nel pomeriggio – tra uno scroscione d’acqua e l’altro – ci si prepara per la simulazione di un intervento delle squadre AIB per un incendio in un tratto di boscaglia dopo la richiesta di supporto da parte dei VV.FF.
E’ stata simulata un’ulteriore difficoltà per via del terreno impervio che ha previsto il posizionamento di 2 vasche di accumulo che, tramite pompe adeguate che trasportavano l’acqua dall’autobotte, hanno garantito il superamento della differenza di livello del terreno e il rifornimento agli automezzi antincendi impegnati nelle operazioni di spegnimento. 




Con il saluto alla popolazione e ai ragazzi intervenuti termina la parte pubblica dell’esercitazione, ma non il nostro lavoro che comprende lo smontaggio, la pulizia, il carico e il trasporto a deposito delle attrezzature utilizzate (tende, tavoli, panche, apparecchiature della linea di distribuzione del pasto, gazebi, etc…)

Naturalmente anche il tempo ha voluto metterci del suo per testare maggiormente le nostre capacità di lavorare in condizioni di stress garantendoci copiosi scrosci d’acqua intervallati da sprazzi asciutti che hanno comunque garantito lo svolgimento delle attività previste. 





Dopo il de-briefing per la valutazione globale dell’esercitazione, ci si è concessi il meritato riposo …….  

mercoledì 8 maggio 2013

Esercitazione Terremoto Riccione 8 Maggio

Durante tutta la mattinata dell'8 Maggio 2013 diversi volontari della nostra associazione hanno partecipato e collaborato ad una grande esercitazione a Riccione.






Per collaudare il nuovissimo piano comunale di emergenza, è stata simulata una scossa tellurica di grado 5.6 della Scala Richter, che, secondo l'esercitazione sarebbe avvenuta alle ore 9:00 di mattina.



Subito dopo l'evento sismico le scuole elementari e medie (un totale di circa 6000 studenti) sono state evacuate, con l'ausilio dei Vigili Del Fuoco e il Punto Medico Avanzato sono stati evacuati e curati dei (Finti) bambini e adulti feriti.


Un campo di accoglienza/ammassamento è stato allestito in Via arezzo con tendopoli e mensa da campo.
I nostri volontari hanno partecipato montando due delle quattro tende P.I. 88 allestite nel campo sportivo.

Una dimostrazione e una spiegazione è stata presentata dai volontari cinofili di protezione civile in attesa della distribusione del pranzo.



Successivamente alle 12:30 la mensa da campo ha distribuito un buon pranzo per alcuni dei bambini trasferiti al campo, i 100 volontari coinvolti e alle diverse cariche istituzionali presenti all'evento.