Protezione Civile Valle Del Marecchia

Protezione Civile Valle Del Marecchia

I nostri Collaboratori e Sostenitori

Printing

Printing

TERREMOTO


E’ possibile difendersi da un terremoto se lo si conosce e se si assumono corretti comportamenti prima, durante e dopo l’evento sismico.
PRIMA DI UN TERREMOTO:
  • Prestare molta attenzione a come è costruita la propria casa; individuare quali sono i punti più sicuri sia dell’abitazione che del luogo di lavoro;
  • Sapere dove sono gli interruttori generali di luce acqua e gas
  • Sapere dove si trovano le “aree di attesa dei soccorsi”; rappresentano il luogo più sicuro dove dirigersi immediatamente dopo un terremoto;

DURANTE LE SCOSSE:
  • Se in luogo chiuso cercare riparo all’interno di una porta, in un muro portante, sotto un trave portante o sotto un tavolo robusto; mantenersi comunque lontano dai vetri;
  •  Non precipitarsi lungo le scale, sono la parte più debole dell’edificio;
  •   Non usare l’ascensore, potrebbe precipitare;
  •  Se ci si trova all’aperto allontanarsi da edifici, alberi, lampioni e linee elettriche;

DOPO LE SCOSSE:
Al termine di una forte scossa, ci possono essere morti, feriti e molti danni; nei momenti immediatamente successivi è opportuno attenersi ad alcune semplici norme per essere il più possibile d’aiuto alla comunità e per non intralciare i soccorsi.
  •  Prima di uscire da un edificio chiudere gli interruttori centrali del gas e della luce e segnalare eventuali perdite di gas;
  • Uscire dall’edificio prestando molta attenzione agli oggetti taglienti e a quelli che possono ancora cadere;
  • Recarsi nel più breve tempo possibile nell’area di attesa dei soccorsi, più vicina;
  • Evitare di tempestare di telefonate i centralini dei Vigili del Fuoco, delle sedi amministrative o delle radio per segnalare l’accaduto. Provocherebbe solo l’intasamento inutile delle linee.

  ATTIVITA' LEGATE AL RISCHIO SISMICO:
 L’azione di un terremoto non è controllabile da nessuno. Per questo motivo l’unico mezzo a disposizione della Protezione Civile è la prevenzione.
La principale attività in questo senso è quindi quella di fare quante più simulazioni ed esercitazioni possibili, coinvolgendo la popolazione e svolgendo attività di informazione sui comportamenti da tenere durante e dopo un terremoto.
Un terremoto ci coglie sempre all’improvviso, ma più “simulazioni” avremo fatto e meno sarà la probabilità che ci colga impreparati.
 
TERREMOTO  cosa fare?
  
COMPORTAMENTI DCA ADOTTARE

Sappiamo di abitare in un territorio con grandi valori naturali ed umani ma ugualmente esposto a rischi importanti quale quello dei terremoti. E’ pertanto importante sviluppare la conoscenza di questi rischi e di questi fenomeni, perché è possibile difendersi dal terremoto se lo si conosce e se si assumono corretti comportamenti prima, durante e dopo l'evento sismico.

PRIMA DI UN TERREMOTO È IMPORTANTE:
  • Conoscere quale è la classificazione sismica del proprio comune prestare molta attenzione a come è costruita la propria abitazione
  • Se si è in procinto di acquistare una nuova casa, è bene accertarsi che sia stata progettata e costruita in maniera antisismica, in caso contrario è opportuno renderla adatta a resistere agli eventi sismici
  •  Sapere quali sono i punti più sicuri della propria abitazione e del luogo di lavoro (muri portanti, travi in cemento armato)
  • Sapere dove sono gli interruttori generali della luce, acqua e gas
  • sapere dove sono gli spazi aperti sicuri, già individuati nel piano comunale di protezione civile e denominati aree di attesa dei soccorsi, rappresentano "il luogo sicuro" dove dirigersi immediatamente dopo un terremoto, sia per mettersi al riparo da eventuali crolli successivi che per essere assistiti dalle strutture deputate.
  •  Prima del terremoto è necessario informarsi su quanto è previsto dai piani di protezione civile a livello locale (in caso non fossero stati redatti sollecitarli)

DURANTE UNA SCOSSA
  •  Se in luogo chiuso cercare riparo all'interno di una porta, in un muro portante, sotto una trave o sotto un tavolo. Al centro di una stanza potresti ferirti dalla caduta di vetri, intonaco od altri oggetti.
  • Non precipitarsi lungo le scale in quanto sono la parte più debole dell'edificio.Non usare l'ascensore, perché potrebbe bloccarsi improvvisamente o addirittura precipitare.
  •  Se all'aperto allontanarsi da edifici, alberi, lampioni, linee elettriche.

DOPO UNA SCOSSA
Al termine di una forte scossa, ci possono essere morti, feriti e molti danni; nei momenti immediatamente successivi è opportuno attenersi ad alcune semplici norme per essere il più possibile di aiuto alla comunità e per non intralciare i soccorsi e gli aiuti.
Chi si trova all'interno di un edificio giudicato non pericolante, prima di uscire deve:
  • Chiudere gli interruttori centrali del gas e della luce
  • Controllare dall'odore se ci sono perdite di gas ed in tal caso aprire porte e finestre e quindi segnalarlo.
  • Lasciare l'edificio per recarsi in un luogo aperto uscendo con cautela e prestando molta attenzione sia a quello che può ancora cadere, sia ad oggetti taglienti che si possono incontrare nel percorso.
  • Una volta all'esterno, è bene raggiungere uno spazio aperto lontano da edifici e strutture pericolanti, ovvero le aree di attesa dei soccorsi.
  •  Evitate di usare il telefono se non per segnalare casi gravi e urgenti. Tempestare di telefonate i centralini dei Vigili del Fuoco, delle sedi amministrative o delle fonti di informazione (giornali, radio, ecc.) provocherebbe l'intasamento delle linee.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il commento!